Riesling renano
Ordina per Ordina per

Riesling renano

Il Riesling bianco meglio noto con il nome Riesling renano è un vitigno a bacca bianca originario della Germania dove veniva già coltivato in epoche romane. Non è chiaro quale sia l'esatta area di origine del Riesling e le attuali teorie suggeriscono che potrebbe avere avuto origine dalle aree del Reno, della Mosella oppure del Palatinato (Pfalz), tutte in Germania. Alcuni autori fanno risalire il suo nome all'espressione "reissende tiere" ossia animale selvatico, per via del profumo aromatico vagamente muschiato.Vitigno introdotto in Italia nel XIX secolo, nonostante il nome possa far pensare ad una similitudine, non ha nulla a che vedere con il Riesling Italico. In Italia viene coltivato principalmente in Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Veneto e Oltrepò Pavese. Presenta foglia media, tendenzialmente tonda, trilobata - grappolo piccolo, cilindrico-piramidale, alato, compatto - acino piccolo, sferoidale con buccia di colore giallo dorato, con punteggiature marroni e dal sapore leggermente aromatico. Il Riesling è molto resistente alle gelate invernali ed è una varietà definita a maturazione tardiva, infatti la vendemmia delle sue uve - nell'emisfero settentrionale - viene effettuata di solito dopo la metà di ottobre e l'inizio di novembre. Un uva con queste caratteristiche presenta una elevata superficie della buccia esposta agli agenti atmosferici. Ciò rende il Riesling Renano particolarmente adatto a sviluppare la muffa grigia, la botrytis cinerea, la quale, se il clima è benevolo, caratterizzato da buone escursioni termiche, rugiade mattutine ed elevata ventosità che porta un buon ricambio d'aria intorno ai grappoli d'uva, attacca e  si sviluppa selettivamente all'interno del chicco,provocando una naturale concentrazione degli zuccheri nell'uva durante la fase finale della maturazione, la quale , migliorando il  rapporto zuccheri/acidi, si traduce in vini eccelsi e dalle peculiari qualità. Con queste modalità e da vitigni differenti, si ottengono in Francia i vini Sauternes, ed in Ungheria i vini Tokaj. Nelle aree a clima fresco - dove il Riesling può maturare lentamente - quest'uva riesce a sviluppare aromi eleganti e sapori intensi pur sempre mantenendo un alto livello di acidità, dandovita a prodotti dotati di grande freschezza e ottimo equilibrio, grazie alla straordinaria ricchezza estrattiva e alla buona componente alcolica, con ottime potenzialità nei confronti dell'evoluzione. Per questo motivo si considerano i migliori Riesling del mondo quelli prodotti in Germania e in modo particolare quelli delle zone più fresche della Mosel-Saar-Ruwer (Mosella). Si ritiene che il Riesling riesca a dare il meglio di sé nei pendii scoscesi della Mosel-Saar-Ruwer che abbiano un'inclinazione ideale di 30° in modo da sfruttare al massimo l'incidenza dei raggi solari e il calore riflesso dalla superficie dei fiumi. Dalle uve Riesling Renano vinificate in modo tradizionale si ottiene un gradevole vino aromatico secco, dal profumo caratteristico, equilibrato e con leggeri sentori di moscato, che a volte lascia un leggero ricordo zuccherino. Come spesso accade con i vini caratterizzati da bouquet ricchi di aromi primari, il Riesling Renano è inebriante per l'olfatto con incredibili profumi, più minerali o più fruttati, che, negli anni, spesso si arricchisce di paradigmatici sentori di idrocarburi. Considerando la ricca varietà di stili prodotti con Riesling, le qualità gustative di questi vini sono altrettanto ricche. Nei vini secchi sarà l'acidità il carattere gustativo predominante oltre ad eventuale mineralità: per queste due caratteristiche - unitamente alle tipiche qualità aromatiche - i vini della Mosella Tedesca vengono spesso definiti “vini d'acciaio”.

Sinonimi: riesling bianco, riesling giallo, riesling grosso, riesling renano in Italia; gewürztraube, rheinriesling, rieslinger in Germania.