Quintodecimo
Ordina per Ordina per

Quintodecimo

Quintodecimo nasce dal progetto imprenditoriale di Laura Di Marzio e Luigi Moio, quando "Il Professore del vino" decide di vinificare in proprio e, con passione e competenza, realizza ciò che per anni ha costruito dispensando il proprio sapere. La Tenuta Quintodecimo si trova in un'area interna montuosa della Campania: l'Irpinia. Un bellissimo territorio in cui clima, suolo e vitigni convivono i un equilibrio straordinario, creando condizioni naturali ideali per realizzare vini di grande qualità. Un poggio su un'altura a Mirabella Eclano, nel cuore dell'areale della DOCG Taurasi, a Nord-Est di Napoli, sul crinale di una piccola collina esposta a nord/ovest, a 460 metri di altitudine. L'azienda è stata battezzata con il toponimo sannita della cittadina, Quintum decimun, perchè distante esattamente 15 miglia dall'antico Ducato di Benevento a cui era stata annesso l'antico insediamento romano di Aeclanum nel 663, in omaggio alla storia antichissima di Mirabella Eclano. A Quintodecimo viene adottata una viticoltura altamente rispettosa del terreno, del microclima, della pianta e della biodiversità del luogo, un'agricoltura biologica di precisione, senza l'impiego di prodotti dannosi per la pianta, l'uomo, l'ambiente e senza impiego di diserbanti e concimi. Le uve coltivate e vinificate sono falanghina, fiano, greco, con le quali si producono tre vini bianchi , vinificati  in purezza, da tre singole vigne ubicate nelle zone di elezione di ciascuna "cultivar", chiamate rispettivamente: Exultet, Giallo D'Arles e Via Del Campo; sono tre "cru" in monovitigno, molto influenzati dall'annata nell'espressione del loro carattere varietale. Con l'Aglianico si producono invece tre vini rossi, ognuno riconducibile alla vigna che lo ha generato, come massima espressione del concetto di " terroir". I differenti suoli della tenuta, costituiti da argille espandibili di colore chiaro e terreni vulcanici di colore scuro, danno vini profondi e raffinati, di straordinaria eleganza.