Perrier-Jouët
Ordina per Ordina per

Perrier-Jouët

Negociant Manipulant in Epernay 

La Maison fu fondata nel 1811 dai coniugi Pierre Nicolas Perrier e Rose Adélaide Jouët e iniziò a produrre champagne così buoni che potevano essere venduti a prezzi decisamente superiori agli altri. Inoltre la coppia intuì presto la necessità di creare un nuovo stile di champagne "secco e fresco" per soddisfare il nuovo gusto del mercato inglese, conquistando personaggi come Oscar Wilde e la Regina Vittoria. Ciò portò l'azienda ad esportare nel 1858 1,35 milioni di bottiglie, l'80% dell'intera produzione.

La Maison gode dell'attuale prestigio principalmente per la qualità e la costanza di produzione nel tempo dei propri champagne, oltre che per i due secoli di tradizione durante i quali ha consolidato il suo stile unico, floreale, intenso e ricercato. Produce circa 4 milioni di bottiglie dai 65 ettari di vigneti di proprietà (dei quali una media di 99,2% sono classificati nella scala dei Cru) integrati dal contributo dei 70 cru di "vigneron" conferitori selezionati dall'attuale chef de cave Hervé Deschamps, settimo nella storia della Maison. La vinificazione si articola su 300 Cuvée, separando non soltanto i villaggi, ma anche le fasi di vendemmia a parità di Cru e la malolattica è sempre svolta. Negli assemblaggi lo Chardonnay riveste spesso un ruolo decisivo nel bilanciare la vinosità del Pinot, seguendo una scelta stilistica che privilegia l'eleganza e la raffinatezza.