Ordina per Ordina per

Domaine Rostaing

L'area settentrionale della Valle del Rodano, si distende sulle due rive del fiume omonimo dal sud di Vienne a Valence, per un'ottantina di chilometri complessivi. Le condizioni pedoclimatiche sono uniche: il clima è nordico e piovoso, le viti (spesso piantate a pieno sud) si inerpicano su terreni caratterizzati da composti granitici. L'uva regina di questa sub regione è la Syrah maa sono diffuse anche tre varietà a bacca bianca: Marsanne, Roussanne e Viognier. La Cote-Rotie è una delle denominazioni di riferimento e rappresenta l'apice settentrionale della vallata; i migliori vigneti sono coltivati su ripide coste collinari (inclinazioni >60°). All'interno di quest'area si possono individuare due celebri zone di produzione: la Cote Brune (suoli granitici) e la Cote Blonde (suoli scistosi). La prima genera vini generalmente più tannici e robusti, mentre la seconda può dare vita a vini più eleganti e raffinati.

Rostaing ha iniziato nei primissimi anni '70 acquistando due piccoli appezzamenti, uno nella Cote Blonde  e uno nella Cote Brune (La Landonne). Attualmente il Domaine si estende per 7,5 ettari, una superficie considerevole se si pensa alle caratteristiche della Cote-Rotie. La maggior parte delle parcelle possedute nella denominazione Cote-Rotie viene assemblata per produrre la Cuvée Ampodium, mentre gli appezzamenti più peculiari vengono vinificati separatamente. Rostaing, pur essendo fortemente legato alla tradizione, riesce a far convivere  classicità, territorio e modernità. Ad esempio, l'utilizzo di rotofermentatori orizzontali, non prevede alcun accorciamento delle macerazioni e l'uso del legno nuovo è moderatissimo (al massimo 20%). L'obiettivo è quello di riportare con fedeltà nel bicchiere le caratteristiche  del terroir e della varietà, confezionando vini potenti e dinamici, longevi ed espressivi.