Domaine Hudelot-Noellat
Ordina per Ordina per

Domaine Hudelot-Noellat

 

In Borgogna il sistema di classificazione prevede una serie di cerchi concentrici, capaci di stringere sempre di più il campo dal punto di vista geografico, definendo specifità e valore delle singole zone.

Bourgogne (Rouge e Blanc), è la categoria alla base della piramide qualitativa, all'interno della quale i vini sono prodotti con uve Chardonnay e Pinot Nero, in primis, coltivate all'interno di tutta la superficie regionale senza un riferimanto preciso riguardo la provenienza.

Village è la menzione riservata ai vini prodotti con uve provenienti da un paese specifico, fra quelli previsti all'interno del disciplinare.

Premier Cru è la dicitura attualmente riservata ai 562 vigneti che rappresentano circa l'11% della produzione totale della regione ed è la seconda delle due più alte categorie della piramide qualitativa. Il nome del vigneto è riportato nell'etichetta subito dopo il nome del villaggio di appartenenza.

Grand Cru è il gradino più alto della classificazione regionale ed è attualmente riservato a 33 vigneti che rappresentano appena il 2% della produzione borgognonaa. Tali vigneti sono così celebrati e famosiche in etichetta non viene riportato il nome del villaggio di appartenenza ma solamente il nome della parcella.

La Cote de Nuits è l'area settentrionale della Cote d'Or e si estende da Nuits-St-Georges fino ai sobborghi di Digione. E' considerato il territorio del Pinot Nero per antonomasia ed è in questa regione che tale varietà raggiunge la sua massima espressione. In questa zona sono nove i paesi classificati con l'AOC e 24 le vigne ordinate come Grand Cru. Nel 1964 è stata data la possibilità ai comuni di Fixin, Brochon, Prememaux, Comblanchien, Corgoloin di potersi fregiare dellìappellazione comunale Cote de Nuits Villages, una denominazione a ombrello capace di generare vini di buona qualità.

Il Domaine Hudelot-Noellat nasce a Chambolle-Musigny nel 1964 e conta attualmente più di 10 ettari vitati tra i quali vanta parcelle in alcuni dei Crus più prestigiosi della Cote de Nuits. Vero fiore all'occhiello del Domaine è l'elevata età delle vigne ( gran parte degli appezzamenti furono piantati fra il 1920 ed i primi anni 50) capaci di generare vini dall'incredibile personalità e spessore. Alain Hudelot ha gestito direttamente il Domaine fino al 2007, prima di ritirarsi a favore del nipote Charles Van Canneyt che ha preso la gestione formale dell'azienda nel 2008.