Caroni Distillery
Ordina per Ordina per

Caroni Distillery

Fondata nel 1923, nel cuore delle piantagioni di canna da zucchero della pianura Caroni, questa famosa distilleria di Trinidad era rinomata in tutto il mondo per la produzione di uno dei migliori Heavy Rum, ricevendo elogi dalla marina britannica. Disponeva della propria raffineria di zucchero che garantiva una costante fornitura di zucchero di canna locale.Trinidad è una grande isola dei Caraibi, staccata dal Continente Sudamericano, non è vulcanica ma produce ugualmente delle ottime melasse, utilizzate per l'esportazione per grandi Rum da blend. Imbottigliando solo raramente sotto il proprio marchio, per lungo tempo la distilleria rimase conosciuta solo da una manciata di intenditori, che gli conferiva uno alone mitico ulteriormente rafforzato dalla sua chiusura nel 2003, decisa dal governo di Trinidad. Nel 2004, durante uno dei suoi viaggi ai Caraibi, Luca Gargano, appassionato selezionatore di distillati dimenticati di Velier, visita la storica distilleria, già pezzo di archeologia industriale e scopre, in un magazzino, centinaia di barili di rum di cui i più vecchi risalivano al 1974. Alcuni mesi più tardi alcuni barili di quei rum sono già in viaggio per l'Italia dove saranno valutati sotto il profilo qualitativo. I rum sono eccellenti e quindi si decide di imbottigliarli a pieno grado e/o a grado elevato per mantenere inalterato l'equilibrio degli stessi. È l'inizio di un nuovo marchio e di una linea che contiene rum che hanno il respiro di un'epoca che non c'è più. L'acquisto congiunto dell'intero stock di Caroni da parte di Velier e da La Maison du Whisky e l'imbottigliamento di vari anni rari che sono stati poi venduti in edizioni limitate, ha rapidamente portato Caroni ad acquisire lo status di culto. Oggi non esiste più canna da zucchero nell'isola di Trinidad e l'ultima annata di Rum Caroni è stata la 2000.